Chi sono


DOTT.SSA ELENA VLACOS


PSICOLOGA E PSICOTERAPEUTA DELLA GESTALT

RICERCATRICE


CHI SONO

Di seguito puoi vedermi in una intervista rilasciata a Radio Lombardia dove descrivo il mio lavoro come psicoterapeuta.


Sono psicologa clinica e psicoterapeuta Gestalt, presso tre studi:  a Travacò Siccomario, nell'ambulatorio pediatrico di base di Binasco e nella scuola di Psicoterapia Gestalt CSTG di Milano.


Ho lavorato molti anni presso l'IRCCS Mondino di Pavia, all'interno dell'equipe per la diagnosi ed il trattamento per l'ADHD (Deficit di Attenzione ed Iperattività) (periodo 2012-2020), come Referente del Registro Regionale Lombardo pr l'ADHD, neuropsicologa per la diagnosi dell'ADHD e i disturbi correlati e psicoterapeuta esperta in incontri individuali e di gruppo per bambini, genitori ed insegnanti.

Ho colaborato con i Servizi Sociali per il tribunale per i casi più gravi e con il Territorio (ATS e ASST)



Ho fondato e sono la responsabile del Centro Clinico Italiano per l'ADHD e i disturbi del comportamento con sede a Milano e a Pavia www.centroclinicoitalianoadhd.it dove mi occupo di gestire una equipe specializzata di psicologi e medici coivolti nella diagnosi e nella cura dell'ADHD, collaborando con i servizi pubblici territoriali e altri centri privati.


Lavoro inoltre come psicoterapeuta presso tre studi:  a Travacò Siccomario, nell'ambulatorio pediatrico di base di Binasco e nella scuola di Psicoterapia Gestalt CSTG di Milano.


Pratico meditazione nella mia vita da circa 20 annie durante i miei studi ho incontrato una persona che per me è stata speciale, il Prof. Gherardo Amadei, con il quale ho appreso il protocollo di Mindfulness di Jon Kabat Zinn (MBSR).


Ho introdotto la meditazione di Mindfulness come trattamento gruppale per i genitori e per i bambini (da 7 a 17 anni) con ADHD, con risultati positivi per il trattamento di ansia, stress e depressione.

Il mio lavoro di ricerca è stato riconosciuto al congresso FIAP di Ischia nel 2016 ed ha ottenuto il Premio alla Ricerca, concretizzando il protocollo di Mindfulness integrato alla Psicoterapia che ho chiamato Mindfulness Based Gestalt Therapy (MBGT,diritti riservati).


Organizzo due o tre volte all'anno corsi di gruppo e individuali per apprendere la meditazione di Mindfulness, oltre ad insegnarla ai miei pazienti quando lo valuto necessario.


Il protocollo MBGT

Il protocollo di esercizi di meditazione Mindfulness integrati alla Psicoterapia Gestalt insegna alla persona una modalità per fermarsi, attraverso la consapevolezza acquisita grazie alla meditazione, per non attivare più il "pilota automatico" (basi dell'MBSR), e per sviluppare consapevolezza sulle proprie emozioni, sui bisogni e sulle modalità relazionali che ogni giorno mettiamo in atto, sia verso noi stessi che verso glia altri (basi dell'MBGT). Attualmente mi sto dedicando alla stesura del manuale di Mindfulness Based Gestalt Therapy, che ho presentato al congresso FIAP (Federazione Italiana Associazioni di Psicoterapia) ad Ischia nel 2016, attraverso uno studio scientifico che ha ricevuto il Premio per la Ricerca 2016. Sono spesso impegnata in diversi seminari, workshop e convegni per diffondere questa pratica di consapevolezza.


Nella mia vita privata, studio e mi dedico alla psicologia e alla psicoterapia dagli anni dell'università, ma da sempre sono stata una persona che osserva e ascolta se stessa ed il mondo circostante; dal 2005 ho cominciato un profondo lavoro su me stessa grazie alla terapia con alcuni psicotetapeuti importanti (di orientamento junghiano e Gestalt). Durante gli ultimi anni di formazione e di professione ho portato maggiormente l'attenzione alla terapia di gruppo, proprio grazie all'impostazione gestaltica originale che fornisce supporto al paziente all'interno del gruppo.


Credo che la psicoterapia sia uno dei metodi più efficaci per dare la possibilità all'individuo di ritrovare la consapevolezza perduta per i troppi condizionamenti a cui è stata sottoposta (dovuti alla famiglia, all'educazione, e alla società in senso più generale);la possibilità di raggiungere tale obiettivo si concretizza più facilmente quando anche il terapeuta si è messo in disccussione attraverso percorsi di psicoterapia personali.


L'integrazione con la pratica della meditazione Mindfulness è il modo per ritrovare e ricongiungermi con me stessa quando i troppi stimoli provenienti dall'esterno mi distraggono e mi fanno perdere l'attenzione sul mio "vero essere" (chi sono io veramente), nel qui ed ora. Pratico meditazione, yoga, thai chi e pratiche di consapevolezza di tradizione sciamanica da quando avevo 16 anni, e con la conoscenza del protocollo di Kabat Zinn (Mindfulness Based Stress Reduction) ho potuto conoscere un metodo per insegnare alle persone ad auto-osservarsi, ad ascoltarsi, e ad accettarsi.

Insegnare a chi ha bisogno tale pratica di consapevolezza, è un dono  inestimabile, che mi arricchisce ogni voltà di più, sia a livello personale che professionale.

Il potere di munirsi di una modalità che rende capaci di autoesplorarsi è ineguagliabile: come dice Perls (padre della psicoterapia della Gestalt), dobbiamo imparare a passare da un "sostegno ambientale" (che può essere quello che si trova con il terapeuta), ad un "auto sostegno", quello che il paziente trova in se stesso, con la finalità di rendere il paziente autonomo e respons-abile ("abile a rispondere") alle condizioni della propria vita.


Infine, ho fondato nel 2013 l'associazione no profit A.M.P.R.A., Associazione di Medicina e di Psicologia per la Ricerca-Azione, di cui sono stata anche Presidente, con un gruppo di colleghi, cari amici di studi. In questa associazione mi sono occupata di organizzare conferenze e convegni di carattere scientifico, con il fine di diffondere un approccio olistico al benessere dell'individuo. Attualmente sto lavorando  insieme ai miei soci alla pianificazione di diversi progetti futuri da proporre alla cittadinanza.

Nel 2015 è stata riconosciuta dall'ASL di Pavia l'equipe per i disturbi dell'apprendimento (DSA), di cui sono coordinatrice, presente negli elenchi dell'ATS di Pavia tra le equipe accreditate.


Attualmente sto studiando la disciplina dello Yoga, sia da un punto di vista fisico (bioenergetico) che spirituale, per poter integrare maggiormente questa pratica all'interno degli esercizi di meditazione.

Oltre allo Yoga seguo da diversi anni maestri di Sciamanesimo appartenenti alle culture del Sud America.


Sono appassionata di apnea subacquea, che mi ha consentito di approfondire i miei studi sulle potenzialità del respiro e sulla capacità di gestire i pensieri nei momenti di maggiore stress; mi piace andare a cavallo, e ogni tanto mi dedico a suonare la chitarra.


Proprio per questi ultimi motivi, anni fa, mi sono specializzata in Psicologia dello Sport e nel 2018 sono diventata Terapeuta Cranio Sacrale.


La Terapia Cranio Sacrale (CST), appresa presso l'Istituto Upledger di Trieste, la uso molto spesso come strumento in psicoterapia per aiutare il paziente a risolvere problematiche di forte tensioni emotive che somatizza nel corpo, dando luogo anche a parecchi disturbi come cefalea, emicrania, mal di schiena, dolori all'addome e in altre parti del corpo (mandibola, cervicale, gambe, ecc.) con buoni risultati.




Dott.ssa Elena Vlacos - Tutti i diritti sono riservati - © Copyright - All rights reserved



Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se continui ad utilizzare questo sito noi assumiamo che tu ne sia felice

Impara di più
Accetta